8 marzo: la giornata internazionale della donna

8 marzo 2018: storia e traguardi

La giornata internazionale della donna è stata fissata nel 1917 come momento per celebrare le conquiste politche, sociali ed economiche della donna.  Allo stesso tempo vuole mantenere viva l’attenzione alla lotta contro le discriminazioni e le violenze che, ancora oggi, in tante subiscono in tutto il mondo. Grazie a questa ricorrenza annuale le occasioni di discussione e confronto sul tema delle aggressioni sono aumentate e sono stati fatti numerosi passi avanti.

Sono ancora molte le zone del mondo in cui il sesso femminile non ha però gli stessi diritti a cui in Europa siamo abituati, dove la situazione è migliore ma non ancora totalmente paritaria.

Ad esempio, grazie al movimento Women2Drive che ha combattuto per la libertà e la possibilità di mettersi alla guida è stato discusso il divieto di mettersi al volante per il sesso femminile in alcuni paesi del Medio Oriente.
Nel sud est asiatico esiste inoltre ancora una forte discriminazione prenatale, a causa della quale vengono effettuati aborti illegali in caso di previsione di sesso femminile della nascitura.
Anche in SudAmerica, d’altra, parte donne e ragazze incontrano numerosi ostacoli per avere accesso ai servizi e alle cure di base, alle quali avrebbero diritto.
In SudAfrica,poi, è possibile sposare una bambina all’età di 12 anni.
Infine nemmeno in Occidente si può dire che si abbia raggiunto una parità totale dei sessi: nei 28 paesi appartenenti all’UE si stima che le donne guadagnano in media il 16,1 % in meno degli uomini, nonostante il principio di parità di retribuzione.

Potrebbe sembrare una situazione difficile ma per fortuna sono tanti i diritti conquistati: il diritto di voto o la legge contro lo stalking per citarne alcuni. La lotta alla parità dei sessi è infatti in continua evoluzione e miglioramento ed è importante essere tutti coinvolti in questo obiettivo nella vita di tutti i giorni. Per aiutarsi l’un l’altro (e l’un l’altra) sulla strada che porterà alle pari opportunità.

Il team di Amyko nella sua quotidianità si impegna a portare avanti questi valori: è infatti composto in parità da uomini e donne, è multiculturale e dinamico. Allo stesso tempo i suoi prodotti vengono pensati al fine di preservare la salute e la sicurezza del singolo, indipendentemente dal sesso, questo perchè crediamo che il diritto alla sicurezza sia fondamentale per lo sviluppo culturale e sociale dell’individuo. Ci impegnamo quindi a tradurre i valori in azioni.
Buona giornata internazionale della donna a tutti!

Condividi con un Amyko