immersione subacquea

Immersione subacquea: cosa sapere prima di immergersi

L’immersione subacquea è uno degli sport che sempre più italiani vogliono provare almeno una volta nella vita. Nuotare nell’azzurro più blu non è mai stato così popolare, e il fascino di ammirare da vicino le specie che popolano il mare diventa irresistibile. Cosa c’è da sapere prima di immergersi? Ecco i consigli degli esperti.

Tra gli sport estivi più popolari di questo 2017, l’immersione subacquea è sicuramente uno di quelli. Le coste italiane sono popolate di scuole d’immersione grazie anche alla rinnovata curiosità per l’esplorazione di mondi a noi sconosciuti dal grande fascino. Questo tipo di attività, però, richiede una preparazione specifica che va seguita con attenzione.

immersione subacquea

Cosa serve sapere prima di praticare questo tipo di sport? Gli esperti del settore elencano una serie di procedure obbligatorie che ognuno deve seguire prima di praticare l’immersione subacquea. Vediamo punto per punto cosa fare e cosa non fare per non esporsi ad eventuali rischi.
1)Preparazione teorica all’immersione

Prima di immergersi, frequentare corsi certificati di immersione e primo soccorso. Inoltre, se si pratica questo sport con costanza, è importante restare sempre aggiornati. I corsi di aggiornamento sono essenziali per chiunque voglia praticare l’immersione subacquea per più di un anno.

immersione subacquea

2)Check-up medico per la sicurezza

La conoscenza teorica è importante, ma la preparazione fisica lo è altrettanto. Prima di iniziare con le immersioni è necessario sottoporsi alla visita di un medico specializzato nel campo. Ripetere la stessa procedura ogni anno che si decide di praticare questo sport per monitorare il proprio stato di salute.

Durante l’immersione a cosa bisogna prestare attenzione?

L’immersione subacquea, proprio per la sua natura, è tra gli sport che più sottopongono il fisico ad un cambiamento. Quando si scende nelle profondità marine, infatti, si va incontro ad un aumento di pressione che può mettere a rischio l’apparato respiratorio e uditivo. La compensazione alla pressione subìta è la soluzione più indicata, e ogni esperto di sub dispone dell’attrezzatura più adatta.

immersione subacquea

NB: se si è raffreddati o congestionati, è meglio evitare di fare l’immersione subacquea e aspettare che le condizioni fisiche siano migliorate!

Dopo l’immersione è consigliabile bere tanta acqua per rimediare alla disidratazione a cui si va incontro durante l’immersione. I segnali della disidratazione sono solitamente: capogiro, mal di testa, crampi muscolari, affaticamento secchezza delle fauci. Se i sintomi dovessero peggiorare, è meglio farsi visitare da un medico.

immersione subacquea

Cosa indossare per l’immersione?

Innanzitutto bisogna acquistare l’attrezzatura a norma senza andare a ricercare eventuali fonti di risparmio, che spesso si rivelano poco sicure. L’attrezzatura da avere con sé comprende:

  • jacket
  • doppio erogatore
  • manometro 
  • coltello
  • profondimetro
  • orologio 
  • tabelle

 

Ogni settimana nuovi post! Continua a seguirci nel blog di Amyko:

https://blog.amyko.it/

Fonti:

http://www.sportdiver.com/photos/learn-to-dive-top-10-tips

https://www.theguardian.com/lifeandstyle/2006/dec/09/healthandwellbeing.features4

 

Condividi con un Amyko